Skype: il futuro che è già presente

È ufficiale: compra Skype per 8,5 miliardi di dollari.

L’operazione era stata già anticipata questa mattina dal Wall Street Journal. Con il suo investimento il colosso di Redmond appianerà i 686 milioni di dollari di debiti del gruppo telefonico, che ha chiuso lo scorso anno fiscale con una perdita netta di 7 milioni di dollari nonostante gli 860 milioni di fatturato (con profitti operativi per 264 milioni).

Analizzando la situazione, si possono fare alcune valutazioni riguardo a questa operazione. Indubbiamente le prospettive di guadagno di Microsoft sono di non poco conto: prima di tutto si dota di un importante know-how in fatto di comunicazioni voce e video. Inoltre, secondo alcuni analisti, l’acquisto di Skype è da mettere in relazione con la partnership tra Microsoft e Nokia per la produzione di smartphone e lo sviluppo di Windows Phone 7: l’azienda di Redmond, infatti, ha assolutamente bisogno di un software che sia in grado di competere con le applicazioni mobile di Android (Google Voice) e di iOS (FaceTime).

Skype diventerà sempre più uno standard di comunicazione, già in queste ultime settimane anche Citrix aveva annunciato una forte collaborazione con il team di Skype.

Clicca sul link per vedere la news della collaborazione con Citrix.