Il mercato dei PC sorride a Dell e Lenovo

e hanno pubblicato le loro tradizionali stime sul numero di computer commercializzati nel trimestre, e si tratta di cifre che calano leggermente o rimangono stazionarie. Su tutti, ottiene il risultato migliore

Alla fine di ogni trimestre, vengono rese note le stime sul numero di commercializzati in giro per il mondo. E si tratta ancora una volta di cifre negative, anche se la situazione appare piuttosto diversa se si prendono in considerazione i business dei singoli produttori.

Nei primi tre mesi del 2018 i PC commercializzati (desktop, laptop, workstation) ammontano 61,7 milioni con un -1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il peggio lo hanno fatto registrare Asus e Acer con il -12,5% e -8,6%, mentre il resto dell’industria ha incrementato di conseguenza le quote di mercato a danno delle due aziende taiwanesi.

Particolarmente brillanti sono stati i risultati della statunitense Dell che ha fatto registrare un importante +6,5% vendendo quasi 10.000 milioni di sistemi (il 16% del mercato); il nuovo ha sicuramente influito. Nel complesso, i primi tre produttori al mondo (HP, e appunto Dell) pesano per oltre il 50% dei PC commercializzati.

Le motivazioni addotte dagli analisti per spiegare lo stato del mercato includono la riduzione degli ordini in Cina, dove la situazione politica ha influito negativamente sul business, la mancanza dei componenti di base e la crescita dei prezzi delle materie prime.